martedì 18 settembre 2018

Elle e Alli al Macrolibrarsi Fest 2018 a Cesena.

Elle e Alli al Macrolibrarsi Fest
Il 15 settembre io e Alli siamo andati finalmente al Macrolibrarsi Fest, la festa di compleanno di Macrolibrarsi. Macrolibrarsi è un negozio online, nato dalla casa editrice Gruppo Macro, quindi vende tanti libri sul tema del benessere, ma anche molti prodotti biologici ed ecologici, non solo cibo, cioè, ma anche prodotti di uso quotidiano e per la pulizia della casa e del corpo.

Per me e Alli, da quando è iniziato il nostro passaggio graduale al biologico, Macrolibrarsi è diventato il punto di riferimento per quei prodotti che nella nostra bottega bio di fiducia (in un paese non lontano da dove abitiamo) non ci sono e non possono essere ordinati. E poi ci sono sempre quei periodi in cui l'unico momento in cui possiamo andare a fare la spesa è dopo cena, quindi un negozio online come Macrolibrarsi è comodissimo e altrettanto di fiducia.

Per questo L'orto di Elle e Alli si è affiliato a Macrolibrarsi e per questo ci tenevamo ad andare una buona volta alla festa di compleanno del negozio fisico a Cesena, nato cinque anni or sono (e poi Cesena non è lontano dal mare).

lunedì 10 settembre 2018

La vita è un ciclo. Storia di un melone.

Coltivare meloni nell'orto biologico
Questo melone di cui voglio raccontare la storia l'abbiamo comprato di rientro dalle vacanze, l'anno scorso, in Sardegna, a maggio. Era un melone retato, giallo fuori, arancione dentro. Buonissimo. Oramai io e Alli, quando mangiamo un frutto o un ortaggio buonissimo abbiamo un solo pensiero, e questo pensiero non è: compriamolo ancora. Questo pensiero è: conserviamo i semi per coltivarlo nel nostro orto biologico.
Così inizia la vera storia di questo melone.

lunedì 3 settembre 2018

Orto di agosto: riassunto di fine mese.

Orto di agosto: finalmente i pomodori!
L'orto di agosto se l'è cavata da solo, non perché noi siamo stati via, ma perché noi eravamo troppo impegnati a raccogliere. Non scrivo tutti i giorni sul diario dell'orto, ma ad agosto ho scritto ancor meno, perché bastavano poche frasi “raccolti pomodori, raccolti meloni, raccolte zucchine, raccolti cetrioli”, tutte uguali ogni giorno, o quasi. Vediamo nel dettaglio cos'è successo nell'orto di agosto.

martedì 14 agosto 2018

I ponti di Madison County di Robert James Waller.

Si può scrivere una recensione del tipo “dal libro al film” se ci sono buone probabilità di non ricordare bene il film? Io ci provo, più che altro perché le sensazioni provate leggendo il libro sono ben diverse da quelle che ricordavo (o che credevo di ricordare) di aver provato guardando il film.
Il film l'ho visto in tv qualche anno fa, abitavo già in palude con Alli, e forse era natale, perché noi guardiamo la tv solo a natale. Non ricordo altro, se non un vago discorso con Alli sul fatto che si trattava di un famoso film romantico del famoso regista Clint Eastwood. Non ricordo né di aver detto ad Alli frasi come “sì, l'ho già visto/no, non l'ho mai visto”, né se Alli mi abbia detto frasi come “Eastwood è un grande regista/ Eastwood non è un grande regista”. Poco importa: a me è rimasta l'impressione di un bel film romantico.
Ma perché ho avuto questa impressione? Non c'è nel film nessuna scena che io ricordi con precisione. A parte una delle scene finali, quella scena che mi fa dire frasi come “il libro è diverso/era meglio il libro”.

lunedì 6 agosto 2018

Fare Thee Well Tour: Joan Baez live – Verona, Teatro Romano.

Ho sempre visto spettacoli stupendi al Teatro Romano di Verona, sia musicali, sia teatrali, ma quello di ieri sera li ha superati tutti. C’era Joan Baez, un mito vivente, per una delle poche date italiane del suo addio alle scene. Detto così sembra triste, ma secondo i ben informati, sarà solo un addio ai concerti dal vivo, mentre continuerà a battersi con la scrittura e l’impegno diretto per le cause politiche e sociali che l’hanno sempre vista protagonista, dalla contrarietà alla guerra in Vietnam a quella a Donald Trump, giusto per sintetizzare.
Lei di certo non ha sintetizzato, durante la tappa in riva all’Adige del Fare Thee Well Tour. Salita sul palco alle 21,18 (solo 3 minuti il previsto) ha imbracciato la fidata chitarra acustica creando subito empatia con il numeroso pubblico grazie a tre suoi classici tra i quali la splendida Farewell Angelina. Altre emozioni con l’arrivo sul palco del figlio Gabriel Harris, alle percussioni; e di Dirk Powell, ottimo polistrumentista, che abbiamo visto destreggiarsi tra mandolino, banjo, violino, pianoforte, chitarre e non so che altro, con i quali ha eseguito canzoni tratte dal nuovo disco.


giovedì 2 agosto 2018

Orto di luglio: riassunto di fine mese.

Orto di luglio: i peperoni finalmente sono fioriti!
Ma quanto ha piovuto a luglio? Non è certo il primo anno che luglio è piovoso, ma è stata la prima volta che lo sbalzo di temperatura fra i giorni di sole e i giorni di pioggia è stato così alto! Praticamente abbiamo vissuto due stagioni in un mese: estate e autunno. A me l'autunno piace moltissimo, ma così è un po' troppo invadente. E l'estate, quella scema, lo lascia pure entrare! Noi non ci capiamo più niente. Agosto ha promesso di restare asciutto, vedremo, è ancora presto per fidarsi ciecamente.

martedì 31 luglio 2018

Lazzaro felice di Alice Rohrwacher.


Voi sapete cosa è un tasso barbasso? E quali piante si possono mangiare? Forse in pochi, perché abbiamo perso quel contatto con la terra tipico della società contadina. Lazzaro invece non l’ha persa. Lazzaro è il protagonista di un magnifico film di Alice Rohrwacher, presentato all’ultima edizione di Cannes (gran bella edizione questa del 2018), dove ha vinto, più che meritatamente, il premio come migliore sceneggiatura.

lunedì 16 luglio 2018

Compostiera fai da te.

compostiera fai da te con tessuto non tessutoLa compostiera è quel contenitore abbastanza grande dove mettere sfalci d'erba, avanzi di cibo vegetali e legnetti, per dirne tre, che trasformandosi durante un naturale processo di decomposizione diventano compost (o composto). Il compost quindi è una specie di humus artificiale, perché lo fai tu dentro una compostiera, che ripara i materiali e così favorisce la decomposizione. Tu intanto ti garantisci una scorta per un anno di terra biologica. Dico per un anno, ma se continui ad alimentare il compost, puoi tranquillamente dire a vita.

lunedì 9 luglio 2018

Orto di giugno: riassunto di fine mese.

A giugno tra i lavori per imbiancare e le vacanze in bicicletta non abbiamo fatto nemmeno una foto dell'orto. Per non parlare dei lavori: se pioveva restavamo in casa a leggere, se non pioveva spalancavo le finestre e dipingevo un'altra parete della casa. Insomma l'orto di giugno ha dovuto arrangiarsi e, come mostra il video, direi che se l'è cavata benissimo. Quest'anno sono totalmente in linea col cosiddetto orto naturale che si autogestisce!
(se non vedi il video guardalo su youtube)

martedì 3 luglio 2018

Una giornata nell'orto.

una giornata nell'orto
Me ne stavo in costume sotto la magnolia, a scrivere sul diario i perché e i per come, quella volta che Alli decise che non saremmo andati in bici nel pomeriggio.

Io avevo un bel po' di cose da fare nell'orto, bene bene. La pioggia aveva fatto ricrescere l'erba, e c'era ancora quella dell'altra volta da togliere. Le aiuole erano da pulire, per non parlare delle aiuole da creare.

Il solo pensiero mi fece volare nell'orto, tra le calendule in fiore, e per un attimo persi il filo di quello che stavo scrivendo. Cosa stavo scrivendo? Scrivevo che mi sarebbe piaciuto avere la siepe già alta per, in quelle giornate di sole, fare yoga all'aperto non vista dai vicini che grigliavano a tutto spiano.

giovedì 14 giugno 2018

Dogman di Matteo Garrone.


Dogman di Matteo Garrone è un gran film. Dogman è il ritorno a un Matteo Garrone perfetto (il precedente Il racconto dei racconti non mi era sembrato un Matteo Garrone perfetto, lo voglio dire). Dogman è una pellicola che mentre la vedi pensi “per farlo non hanno sprecato manco un cm di essa (se fanno ancora film con la pellicola)”. Fin dalla locandina, che se la guardi distrattamente sembra un elefante triste in un circo, si capisce di avere di fronte un’opera imponente.

lunedì 11 giugno 2018

Come trapiantare, o travasare, gli ortaggi e quando.

Come trapiantare, o travasare, gli ortaggi e quando.
Se hai già letto il mio post dell'altra volta, sai che è tempo di trapianti e hai già controllato se le tue piantine hanno il numero giusto di foglie. E se ci segui tramite newsletter, il tuo calendario è ormai quello lunare, sai che siamo in luna calante, e che in luna calante si trapianta. Bene, se vuoi sapere anche come trapiantare o travasare i tuoi ortaggi, ti spiego subito come facciamo io e Alli.

lunedì 4 giugno 2018

Quando le piantine sono grandi devono andare a vivere da sole.

In primavera, oltre alle semine di primavera, iniziano anche i primi trapianti degli ortaggi seminati in semenzaio. Non sempre va tutto secondo il manuale, a meno che tu non abbia un semenzaio riscaldato (ne avevamo parlato nella Lettera del 2 marzo, ricordi?); infatti può succedere che il tempo in primavera sia ancora troppo freddo e le piantine stentino a crescere, cosicché anche i travasi e i trapianti slittano più avanti, verso l'estate. A noi quest'anno è successo così.

C'è quindi un alternarsi fra semine e trapianti in primavera, e fra trapianti e raccolto in estate, in modo che nell'orto non ci sia mai da annoiarsi! Per questo motivo il consiglio è sempre, se stai iniziando, di non esagerare coi tipi di ortaggi. Se però vuoi coltivare più ortaggi, fra l'uno e l'altro devi preparare il terreno in modo che abbia il nutrimento giusto per le esigenze del secondo ortaggio, rispetto ai consumi del primo. Vediamo tutto nel dettaglio oggi.

lunedì 28 maggio 2018

Orto di maggio: riassunto di fine mese.

Finalmente un po' di riposo! Scherzo naturalmente... non eravamo stanchi.
Maggio è stato un mese talmente piovoso, che quasi non credevamo sarebbe arrivata mai la primavera quella vera. Allo stesso tempo io e Alli eravamo felici per il nostro orto, perché le piantine crescevano bene in semenzaio. Anzi, siccome le ultime semine di aprile sono state zucche, zucchine, cetrioli e meloni, ovvero ortaggi portentosi, le piantine sono cresciute più che bene: hanno superato di molti centimetri le piantine di pomodori e peperoni; per non parlare delle bietoline (seminate a febbraio!), che sembrano girini che si sono persi, anziché piantine vecchie tre mesi.

mercoledì 23 maggio 2018

Loro 1 e Loro 2 di Paolo Sorrentino.


Loro 1 e Loro 2 di Paolo Sorrentino, visti a distanza di una settimana esatta nel nostro solito cinema, confermano la mia idea che il regista campano si trovi a suo agio quando parla direttamente di politica. Come mi era piaciuto un sacco Il Divo*, film sul potere di Andreotti e su quel mondo di politicanti da bagaglino che gli girava attorno, mi è piaciuto molto Loro 1; e ancora di più Loro 2, sul potere di Berlusconi e su quel mondo di politicanti da bagaglino che gli girava attorno. Ho invece detestato molto film successivi, a partire dal troppo celebrato La grande bellezza*.

lunedì 14 maggio 2018

Coltivare i legumi in un orto biologico.

Coltivare i legumi in un orto biologico è la cosa più saggia che tu possa fare, e il perché l'abbiamo visto più volte. Io comunque te lo ripeto, caso mai ti siano sfuggiti i post e le Lettere in cui non parlavo d'altro. Il primo motivo è che sono buoni, ma se non ti piacciono, puoi sempre procurarti un'anima pia che se li prende. Io e Alli, per esempio, accettiamo volentieri i legumi.

martedì 8 maggio 2018

Orto di aprile: riassunto di fine mese.

Eccoci tornati nell'orto. L'ultima settimana ci ha visti alle prese col cinema della montagna e con sole o nuvole; a Trento poca pioggia. Nel nostro orticello invece ha piovuto; e la pioggia, si sa, annulla tutto il lavoro fatto per tagliare l'erba. Quindi adesso si ricomincia. Aprile comunque è stato un bel mese, il primo di vero caldo, e per noi è stato bellissimo lavorare finalmente all'aria aperta. Per ore. In canottiera. Se chiedi alle mie gambe, però, “bellissimo” non è il termine che useranno per descrivere il lavoro nell'orto di aprile.

lunedì 30 aprile 2018

Perché tenere un diario personale dell'orto?

Perché tenere un diario personale dell'orto? Bella domanda. Se hai più di sei anni, sicuramente sai che scrivere è una pratica lenta. La scrittura segue il ritmo dei nostri pensieri ma può andare solo alla velocità del nostro braccio e secondo la forza della nostra mano. E questa è la prima risposta: scrivere, in generale, aiuta a rallentare i pensieri, a riordinarli, a soffermarsi. Il problema è che a volte non si sa cosa scrivere. E questa è la seconda risposta: scrivere dell'orto è facile, ti basta guardarlo e descriverlo, ti basta lavorarci e raccontartelo, a parole tue.

domenica 29 aprile 2018

Elle e Alli al Trento Film Festival 2018.


Mi è piaciuto molto ritornare al Trento Film Festival come inviato dell’Orto di Elle e Alli, non più da solo, ma con Elle al mio fianco. Mi è piaciuto molto essere accolti in modo simpatico e aperto dal giovane e cordiale Ufficio Stampa della manifestazione dedicata al cinema della montagna. E poi entrare subito nel vivo con dei film in linea con lo spirito ecologista del festival.

lunedì 23 aprile 2018

Programmare l'orto per l'estate: cosa seminare a maggio.

Cosa seminare a maggio: i fiori utili per l'orto!
Ormai siamo a fine aprile, e tu ti starai chiedendo cosa seminare a maggio. Io ti dico che puoi seminare qualcosa ancora a fine aprile, per esempio è la tua ultima occasione per melanzane, pomodori, peperoni (e peperoncini), piselli, angurie e meloni. Infatti fino al 30 aprile siamo in luna crescente, che è la luna favorevole per seminare gli ortaggi da frutto e da seme (l'unico seme fra questi è il pisello).

Naturalmente a fine aprile puoi seminare anche altri ortaggi, ma per seminare questi è davvero la tua ultima occasione del 2018. E ti dirò di più: da maggio, in mesi diversi, puoi seminare tutti gli altri ortaggi tranne questi, le cipolle e l'aglio.

giovedì 19 aprile 2018

Nell'orto con ...A Toys Orchestra


È con vero piacere che annuncio l’arrivo nell’Orto degli …A Toys Orchestra, gruppo importante da me intervistato molte volte. Posso dire di averli visti crescere, disco dopo disco, mantenendo una modestia rara a certi livelli, e questo denota una disciplina quasi zen. Disciplina quasi zen dimostrata anche dall’ordine e dalla chiarezza programmatica dei loro splendidi dischi, dagli amici da sempre attorno nelle loro produzioni, dalle idee portate avanti con coerenza encomiabile. Come per questo Lub Dub, in uscita imminente con Ala Bianca, storica label da sempre accanto agli …A Toys Orchestra. Un album semplice nella musica, quanto nelle parole (cantate come al solito in inglese), e nel messaggio: Lub Dub, due parole comuni a tutti gli esseri umani, Lub Dub è il battito del nostro cuore.

lunedì 16 aprile 2018

Come usare l'agenda-diario per organizzare i lavori dell'orto.

L’agenda-diario per l’orto è utile per organizzare i lavori.
L'anno scorso, quando ho smesso di improvvisare dal nulla, e ho iniziato a prendere appunti sull'orto, l'ho fatto sulla mia agenda-diario quotidiana. E quando ho avuto bisogno di organizzarmi, l'ho fatto scrivendo in agenda anche le cose da fare nell'orto. Quando però l'orto ha incominciato a ingrandirsi, ho preso un quaderno e ho disegnato il nostro rettangolo di prato recintato, per suddividerlo in aiuole ordinate. Ben presto, presa dall'entusiasmo di programmare l'orto più bello del mondo, il quaderno dell'orto è diventato più incasinato dell'orto stesso, e son dovuta correre ai ripari. È nata così la mia agenda-diario dell'orto.

martedì 10 aprile 2018

Nell’orto con i Nuju.


Ritorna l’intervista nell’orto, ritorna con un gruppo di folk-rock combattivo che ha convinto Elle e Alli fin dal primo ascolto, avendoci trovato molte cose legate a noi. Musica coinvolgente quella dei Nuju, ironia e parole di fuoco cantate in italiano, ma non solo (qualcosa anche in tedesco, qualcosa anche in greco, i dialetti…). Folk–band calabrese di adozione emiliana, i Nuju sono in giro fin dal 2009, e con queste Storie vere di una nave fantasma sono al sesto album prodotto da loro con Manita Dischi/Latlantide. Un lavoro ricco di collaborazioni degne di nota, da Cesko degli Après la Classe a Francesco Moneti di Casa del Vento e dei Modena City Ramblers e molti altri. Collaborazioni che dicono molto dei suoni e delle parole dei Nuju, un miscuglio ben riuscito di sonorità che vanno dal combat-rock al folk, dal cantautorato moderno allo ska, la world music … e la voglia di raccontare storie.

lunedì 9 aprile 2018

Orto di marzo: riassunto di fine mese.


L'orto di marzo si è proprio divertito, con questo tempo pazzerello, fra caldi e freddi e piogge e soli. A giorni alterni abbiamo avuto pioggia e sole per le prime settimane, con una rimonta del sole nelle ultime settimane, dopo un inizio coi fiocchi. Di neve. Io ho seminato senza arte né parte e a fine mese, con Alli, sono andata alla nostra prima fiera agricola! Ma eravamo in incognito. Infine, puntuali come un orologio svizzero, al cambio dell'ora sono arrivate le cazzo di formiche. Ma parliamo di cose belle.

mercoledì 4 aprile 2018

Ella & John – The Leisure Seeker di Paolo Virzì


Ella & John è il recente film di Paolo Virzì, tratto dal romanzo di Michael Zadoorian uscito in Italia presso Marcos Y Marcos nel 2009 con il titolo In viaggio contromano – The Leisure Seeker*. Tradotto da Claudia Tarolo, è il classico road movie statunitense, con la novità di avere due protagonisti anziani, gli Ella e John del titolo del film di Virzì*. Io ho letto il romanzo qualche mese dopo la visione al cinema, trovandolo più duro e crudo della pellicola. Un romanzo da leggere, intendiamoci, ma ancora di più è da vedere la trasposizione di Virzì, che ha saputo tradurlo alla sua maniera senza tradirlo, ma inserendo con coraggio delle varianti molto gustose tutte in linea con la sua poetica.

lunedì 2 aprile 2018

Rimedi naturali per l'orto: preparati con fiori e erbe.

Rimedi naturali per l'orto: preparati con fiori e erbe.
Avere un orticello è una gran bella soddisfazione, ma da anche qualche grattacapo. O meglio: insetti, parassiti, funghi e malattie varie danno i grattacapi. L'orto in sé è buonissimo e non da fastidio a nessuno!
Naturalmente, io e Alli, quando abbiamo deciso di coltivare il nostro orticello di verdure sane, abbiamo messo in conto di lottare con tutte le nostre forze contro questi nemici, sì, ma sapevamo senza bisogno di dircelo, che la nostra sarebbe stata una lotta biologica. Il potere dello sguardo.

lunedì 26 marzo 2018

Coltivare fiori nell'orto.

coltivare fiori nell'orto
Ti piacciono i fiori? È la domanda a trabocchetto di molti test, e in un certo senso ha fregato anche me. Per anni li ho rifiutati o addirittura odiati, i fiori. Non mi piacevano i mazzi di fiori, non mi piaceva che tutte desiderassero le rose, le mimose, la stella di natale, il mazzo di bietole (forse semplicemente non mi piaceva il pensiero di diventare una donna che pretendeva regali).
E quando Alli mi ha regalato il primo fiore non so se mi ha dato più fastidio riceverlo, o riceverlo in occasione di una festa comandata; o riceverlo perché una donna “romantica” gli aveva detto: “Devi assolutamente comprare un fiore a Elle! È la festa della donna!”, senza curarsi di sapere se a me i fiori piacciono o no (i fiori o le varie feste che richiedono fiori in regalo).
Fatto sta, che fino a due anni fa, io non avrei mai pensato di trovarmi nella situazione in cui mi trovo quest'anno.

lunedì 19 marzo 2018

Erbe spontanee nell'orto di Elle e Alli.

erbe spontanee nell'orto di Elle e Alli
Ogni erba spontanea predilige un tipo di terreno. Ed essendo spontanea identifica con la sua presenza proprio quel tipo di terreno. Certe erbe spontanee nell’orto possono essere lasciate crescere fra un ortaggio e l’altro con varie funzioni, compresa quella di tappeto che tiene lontane altre erbe più infestanti.
Oggi ti racconto come Elle e Alli hanno scoperto tutte queste cose e come mai non le chiamiamo "erbacce".

giovedì 15 marzo 2018

Nell'orto con Lello Voce e Claudio Calia.

Santa Bronx di Alberto Dubito e Disturbati dalla CUiete 2018.

Questa sera abbiamo il piacere di avere nell’orto un poeta e intellettuale di spessore quale Lello Voce, e uno dei miei fumettisti preferiti in assoluto, Claudio Calia. Sono qui per parlare di Santa Bronx un cd, un libro, un fumetto targati squi[libri], sofisticato editore romano da sempre impegnato a unire parola scritta e dischi. Questa cosa viene approfondita con Canzoniere, una nuova collana della quale Santa Bronx è la prima uscita. Con essa si intende unire poesia, musica e fumetto, cercando materiale nelle esperienze più fortemente antagoniste di tutto il mondo. Si comincia con l’Italia di Alberto Dubito e i Disturbati dalla CUiete, duo radicale composto da Alberto Dubito, poeta , musicista, fotografo, street artist, purtroppo scomparso poco più che ventenne, e dal musicista Davide "Sospè" Tantulli.

lunedì 12 marzo 2018

Orto di febbraio: riassunto di fine mese.


Febbraio è finalmente finito. Il mese che per me è, da anni, il più lento e il più lungo. Più lento e più lungo anche di gennaio. Mi vanto di godere dell'inverno e nello specifico del letargo invernale, ma mi prende comunque una certa inquietudine che, ogni anno, ha una motivazione diversa. Arriverò alla fine dei miei giorni con la risposta, me lo sento.


lunedì 5 marzo 2018

Seminare nell'orto, direttamente in campo.

seminare nell'orto patate
Potete seminare nell'orto diversi ortaggi con seme più resistente o che crescono molto o che non vanno tenuti in semenzaio perché il periodo della semina è già abbastanza caldo. Abbiamo accennato l'altra volta alle temperature di semina e germogliazione; e alla tabella dove le ho elencate, così che possiate consultarla facilmente. Nella tabella, se ricordate, ci sono anche informazioni sulla distanza di semina; e se in semenzaio, nei singoli vasetti, l'informazione serve a poco o a niente, quando seminate in pieno campo è importante seminare alla distanza preferita dagli ortaggi. Alcuni amano stare vicini, altri si tengono a distanza, ma da cosa dipende? Stavolta parliamo anche di questo.

lunedì 26 febbraio 2018

Seminare in semenzaio.

seminare in semenzaio
Seminare in semenzaio è consigliato per tutte quelle piantine che, pur potendo essere seminate già a febbraio o marzo, temono il freddo e gli sbalzi di temperatura tipici di questi due mesi. Per godere di queste piante (e dei loro frutti) più a lungo, quindi, si seminano al coperto e si trasferiscono all'aperto (messa a dimora) solo quando saranno abbastanza grandi da cavarsela. O quando le temperature si saranno assestate sul caldo andante, cioè a primavera.

Altre piante, come le patate, che stanno sottoterra al calduccio, possono essere seminate già adesso: a patto che nella vostra zona il terreno non sia più gelato (cosa che a volte succede ancora a fine febbraio). Comunque le patate possono essere seminate anche in un bidone. Vi ricordo che nell'orto segreto ci sono le tabelle gratuite sia delle semine in campo/in semenzaio, sia delle stagioni/temperature di semina.

giovedì 22 febbraio 2018

Nell'orto con Felpa.


È un vero piacere avere Felpa nell’Orto di Elle e Alli. Non faccio battute sul freddo di questi giorni (nell’orto la felpa ci vorrebbe, altroché), ma vi dico subito del piacere che ho nell’ospitare qui l’amico Daniele Carretti, in arte Felpa. Piacere perché lo conosco e apprezzo da molti anni, in quanto Daniele è stato per anni uno dei tre di un magnifico gruppo, da me seguito come critico e apprezzato come fan appassionato, fin dai suoi primi vagiti. Erano, per chi non lo sapesse, gli Offlaga Disco Pax (aggiungo una nota romantico/storica: Elle e io ci siamo “incontrati” per la prima volta durante l’intervista in palude fatta nel marzo del 2012 a loro, quindi l’importanza sul lato personale è totale... è di vitale importanza per questo Orto).

lunedì 19 febbraio 2018

Come seminare nell'orto: dipende.

Come seminare nell'orto dipende dal tipo di ortaggio e dal tipo di seme, se invece volete sapere quando seminare, be' ormai ci siamo: dipende dall'ortaggio, certo, ma il grosso delle semine parte proprio tra febbraio e marzo. Per esempio la semina dei piselli è sicuramente da fare in questo periodo per avere i piselli a primavera! Per capire come seminare è importante considerare alcune cose.

giovedì 15 febbraio 2018

Nell’orto con Maria Devigili.


Con l'intervista a Maria Devigili, stasera ritorna l’intervista in diretta; ma invece della palude, ora siamo in un orto. Siamo Elle e io, che con l’intervista in diretta ci siamo conosciuti, e presentiamo un’amica quale Maria Devigili, cantautrice di Trento con il suo terzo disco appena uscito. Tempus Fugit, un disco con una tematica importante per noi qui nel web, sempre di corsa, sempre connessi: il tempo. Il tempo nell’ampia accezione di mutevolezza, memoria, nostalgia; non tempo uguale denaro, come ci hanno inculcato, obbligati a guardare sempre l’orologio; tra lavoro, famiglia, hobby, web... un tempo tiranno. La Devigili, richiamando la saggezza della filosofia latina, con Tempus Fugit ci vuole mettere in guardia, con ironia e spirito rock’n’roll.

lunedì 12 febbraio 2018

Orto di gennaio: riassunto di fine mese.

orto-di-gennaio-raccoltoL'orto di gennaio è pura teoria, se ci pensate. Cosa volete che ci sia nell'orto a gennaio, se non avanzi dell'inverno? Ma noi questi avanzi non li buttiamo, no, nemmeno nel compost, anzi: ci abbiamo mangiato fino ad oggi. In piccole quantità, ovvio.
La cosa che a me piace di più di gennaio è che posso sognare l'orto che vorrei: disegno quattro rettangoli in una pagina, quattro nell'altra: rappresentano le nostre aiuole. Sempre in teoria. Le nostre aiuole infatti sono abbozzi di rettangolo, non hanno tutte le stesse dimensioni; e non sono quattro a destra e quattro a sinistra, sono semmai incastrate fra loro alla bell'e meglio. Per sognare in grande, però, la simmetria è l'ideale, e per far combaciare i sogni con la realtà abbiamo numerato le aiuole. Sfido chiunque a confondersi!


lunedì 5 febbraio 2018

Come e quando interrare il compost nell'orto.

Quando interrare il compost nell'orto dipende dalla fase in cui si trova il compost e dalla stagione. Infatti, il compost può essere usato sin dai primi mesi, ma siccome è un processo (di decomposizione), ha caratteristiche diverse a seconda della fase (del processo di decomposizione) in cui si trova. Mentre io riordino le idee, voi procuratevi un attrezzo: zappa, pala, rastrello o quello che avete, ma se avete la forca siete a cavallo (ogni riferimento allo stallatico è davvero casuale, ma sappiate che è quello che contiene tutti e tre i nutrienti di cui parlavo l'altra volta).

lunedì 29 gennaio 2018

Usare il compost nell'orto: perché mai?

usare il compost nell'orto biologico
Perché usare il compost nell'orto, e perché è meglio della terra normale o di altri fertilizzanti, è più facile da capire che da spiegare. Rivedendo i miei appunti e i miei libri mi sono accorta, infatti, che c'è anche una parte molto noiosa. Alla fine mi ha conquistata, sono d'accordo su tutto. E mi sembrava anzi che io lo sapessi da sempre, e che fosse per questo che volevo fare il compost, e non perché si usa così se fai l'orto biologico.
Allo stesso tempo non so fino a che punto sia utile conoscere le reazioni chimiche che ci sono dietro la decomposizione, perché se penso al lavoro nell'orto, e alle belle sensazioni che ho provato nell'orto l'anno scorso, a me questo basta per volerlo fare anche quest'anno.

lunedì 22 gennaio 2018

La compostiera, per fare in casa la terra biologica.

L'altra volta abbiamo parlato di iniziare il compost: lo scopo era metterti la pulce nell'orecchio. Ci hai pensato in questi giorni e ogni volta che buttavi qualcosa nell'umido pensavi al compost. Non è così semplice, ti dicevi; be' ma in fondo basta cambiare contenitore, ti sei detta altre volte, serve solo una compostiera, il resto c'è già. E poi ti sei chiesta a cosa serve il compost perché non te lo ricordavi più.

lunedì 15 gennaio 2018

Orticello 2017: riassunto di un anno d'amore.

Un ricordo vago mi vede davanti al prato verde della nostra nuova casa. Qui possiamo farci anche un orticello? Avevo chiesto ad Alli. Possiamo farci quello che vogliamo, è tutto nostro. Aveva risposto Alli, e io l'avevo preso in parola. Anche lui, però, mi aveva presa in parola, e ogni volta che capitavamo davanti a un fioraio o negoziante simile, mi chiedeva se volevo comprare qualcosa. Io? No no. Rispondevo quasi senza capire. Ogni tanto però compravamo davvero qualcosa.

orticello-2017

lunedì 8 gennaio 2018

Iniziare il compost nell'orto biologico.

iniziare il compost biologico
Il compost è sostanza nutritiva per il terreno, una di quelle cose utili per l'orto biologico che potete ottenere anche voi (con calma), mettendo in un contenitore gli scarti della cucina (non tutti) e dell'orto o giardino (non tutti), alternandoli in base al tipo. La decomposizione di questi scarti è un processo naturale, quindi è lento, perciò è meglio iniziare subito. Per lo stesso motivo: mettetevi tranquille. Alla fine del processo, avrete il vostro compost, e potrete usarlo nel vostro orticello assieme alla terra, o al posto della terra, dipende da quanto è maturo.

Naturalmente la prima regola da seguire quando decidete di iniziare il compost è: mettere solo scarti biologici. Se comprate frutta e verdura non biologica, infatti, contaminate il compost e il compost contaminerà il vostro orticello; e allora tanto vale continuare a comprare le verdure anziché coltivarle. Siccome però la frutta e la verdura biologica costano, continuerete a comprare anche l'altra (e a lavarla bene prima di mangiarla), va bene, ma non mettete questi scarti nel compost: così almeno lui resterà incontaminato. Lui e il vostro orto biologico. Noi, almeno, facciamo così.

giovedì 4 gennaio 2018

Un anno al cinema... il 2017.

Ecco la consueta lista dei film visti al cinema nel corso dell’anno appena trascorso. Ben 43 film gustati rigorosamente nella buia sala cinematografia, l’unica adatta a mostrare il Cinema. Dico questo, avendo visto nel periodo delle feste dei film sul piccolo schermo, per me veramente piccolo: un film come il Cigno nero, per esempio, rivisto in tv qualche giorno fa, mi è sembrata la brutta copia del gran capolavoro goduto al cine qualche anno fa. C’è un appiattirsi, un banalizzare le questioni, che non riguarda solo la grandezza dello schermo, non è una questione estetica, voglio dire, c’è per me un ridimensionamento qualitativo troppo marcato. Detto questo, passo brevemente all’analisi dei film del 2017.

Scena da La ruota delle meraviglie di Woody Allen, 2017