Chi siamo

Ciao, siamo Elle e Alli, appassionati di letture, musica, cinema, bici, dieta mediterranea, yoga, ecologia... nel 2015 ci siamo interessati di orto biologico fino a fare una passione anche di questo. Qui nell'Orto di Elle e Alli, Elle scrive di orto e dell’agenda-diario, e prepara i pdf, lei è bravissima nell’organizzazione. Scrive anche tutti i testi di presentazione del sito, per esempio questa pagina… ecco sì, Elle sono io, piacere! Alli invece scrive di musica indipendente italiana e di cinema, che sono le sue grandi passioni (dopo me, naturalmente), ma anche di libri e fumetti; e poi lui fa tutte le interviste perché conosce un sacco di gente. Ed è qui vicino a me e ti saluta!

Alli-coltore.


Naturalmente oltre a queste passioni, Alli coltiva con me anche l’orto di Elle e Alli. Per la precisione lui si occupa del nostro “orto sperimentale” dove fa le prove con colture che richiedono più spazio. Lui ha vissuto col nonno nella casa in campagna, poi ha dovuto lasciare il nonno per andare a scuola, dove alla fine ha preso un diploma in agraria. Ora declina la tradizione popolare e l'agricoltura tradizionale in orticoltura biologica con metodi naturali e pacifisti; gestisce la compostiera, zappa cercando di non disturbare i lombrichi, porta le lumache nel bosco e sceglie colture particolari, cioè sperimenta e si diverte.

Alli nell'orto sperimentale (foto di Elle).

Dice di sé.


Ciao, qui l’Alligatore, io principalmente scrivo di musica italiana indipendente. Lo faccio dal 2003 sul sito di Smemoranda, poi su IL BLOG DELL'ALLIGATORE dal 2007, e nel corso degli anni ho collaborato e collaboro con Frigidaire e Il Nuovo Male, con I Think Magazine e sono da alcuni anni tra i giurati del prestigioso Premio Tenco. Qui continuerò a scrivere di musica, ma anche di film e fumetti, proporrò interviste in diretta a musicanti e a qualche scrittore e/o fumettista di "cultura rock". Scrivendo sul web ho conosciuto tante belle persone, artisti e non: musicanti, scrittori, fumettisti, amici e compagni di strada (e anche una compagna, Elle) e li ospiterò ancora in questo nostro portale, un portale di colture bio e cultura rock, argomenti che secondo noi vanno a braccetto.

E... non mordo.

Hai voglia di parlarne, vuoi raccontare i tuoi gusti, le tue passioni, la tua visione rock ed ecologista? Vieni a trovarmi nell'Orto di Elle e Alli, ne vedremo (e ascolteremo) delle belle.
Adesso invece:

Elle-pedia.


Io invece mi occupo dell'orto principale dove coltivo in poco spazio tutti gli ortaggi che mangiamo più volentieri (quasi trenta!), e poi racconto tutto sul blog. Il mio diploma è in ragioneria, e ne ho anche uno di sarta e modellista: misuro a occhio qualsiasi distanza, poi la divido a mente per i semi o le piantine. Non c'è da stupirsi se sforno una tabella ogni quattordici giorni! Sono cresciuta in un paesello agricolo ma di coltivazione non sapevo nulla, perché già da bambina la mia passione era leggere, perciò mi hanno mandata a scuola anziché nei campi. Ora che sono grande, finalmente, posso fare entrambe le cose, e anche disegnare, scrivere e fantasticare invece di lavare i piatti!

Elle nell'orto principale (foto di Alli).


L'orto in pratica.


Sul blog e nei miei mini corsi, racconto l'orto in parole povere, così anche altre comuni mortali possono imparare a fare l'orto gradualmente, nei ritagli di tempo, senza soffocare nei paroloni tecnici e nella chimica del terreno. Facendo l'orto ho imparato che le basi teoriche sono importanti, sì, ma se non hai le piante sotto il naso non ti servono a niente. E che non ha senso coltivare ortaggi “facili” se quando li devi mangiare ti dai malata. Non facile, ma almeno meno difficile, è coltivare ortaggi che piacciono così tanto che le difficoltà diventano sfide, o al massimo buoni propositi per l'anno nuovo. In fondo non è solo per passare il tempo con un ortaggio simpatico, è anche per mangiarlo.
Gli ortaggi brutti ma sani sono anche ortaggi più lenti, seguono il ritmo della natura e ti lasciano tutto il tempo di imparare, e di osservare le api e le coccinelle che sicuramente arriveranno. Sarà anche un'aiuolina, la tua, ma penserai di essere in piena campagna. Questi ritmi languidi una volta a settimana secondo me non sono male, al giorno d'oggi.

Unisciti a noi.

Anche tu hai voglia di qualcosa di nuovo senza stravolgere la tua vita; sei annoiata dalle solite cose, ma pensi che un passatempo deve essere anche utile? Ti piace la natura e ti piacciono le verdure, e pensi che l'orto sia un bel passatempo ma non sei capace; o hai poco tempo, poco spazio, pochi soldi? Vieni con noi nell'Orto di Elle e Alli, così vediamo insieme come coltivare solo gli ortaggi che ci piacciono, quando ci piace e come ci piace.
Intanto adesso: