lunedì 2 aprile 2018
ultimo aggiornamento:

Rimedi naturali per l'orto: preparati con fiori e erbe.

Rimedi naturali per l'orto: preparati con fiori e erbe.
Avere un orticello è una gran bella soddisfazione, ma da anche qualche grattacapo. O meglio: insetti, parassiti, funghi e malattie varie danno i grattacapi. L'orto in sé è buonissimo e non da fastidio a nessuno!
Naturalmente, io e Alli, quando abbiamo deciso di coltivare il nostro orticello di verdure sane, abbiamo messo in conto di lottare con tutte le nostre forze contro questi nemici, sì, ma sapevamo senza bisogno di dircelo, che la nostra sarebbe stata una lotta biologica. Il potere dello sguardo.

Con “il potere dello sguardo" mi riferisco allo sguardo fra me e Alli, non volevo dire che abbiamo ucciso gli afidi con un'occhiataccia, o le formiche, magari! Questi due li nomino assieme perché sono complici, e dove ci sono formiche arrivano afidi o viceversa. La buona notizia è che le coccinelle mangiano gli afidi, soprattutto le larve delle coccinelle. Gli afidi sono per le larve di coccinella come la tetta della mamma per il neonato: fonte di vita. Noi l'anno scorso stavamo per comprare una scatola di coccinelle, talmente eravamo disperati con gli afidi sui fagiolini; infatti esistono delle aziende che allevano insetti predatori appositamente per la lotta biologica di noi poveri orticoltori biologici, e così io e Alli abbiamo scoperto che ci sono tantissimi insetti nostri amici, purtroppo hanno tutti nomi impronunciabili. A parte le coccinelle.

Rimedi naturali per l'orto: le coccinelle
Rimedi naturali per l'orto: le coccinelle.

Perché eravamo disperati? E perché gli afidi ci hanno attaccati? È l'aspetto negativo dell'orto biologico? No, è la natura che è così, ogni essere vivente mangia altri esseri viventi, nessuno di noi mangia pietre o sabbia (qualche animale sì, ma noi e gli afidi mangiamo fagiolini). È la catena alimentare, e nel momento in cui si decide di dedicarsi a un orto biologico si accetta la catena alimentare; cosa che non impedisce di tentare in tutti i modi di non far sapere ad afidi e compagni che dalle nostre parti c'è un orto prelibato in crescita.

Rimedi naturali per l'orto: le petunie
Rimedi naturali per l'orto: le petunie.

Rimedi naturali per l'orto biologico.


Ad essere proprio sinceri, nell'orto biologico non esistono rimedi; il maggior successo infatti lo si ha con la prevenzione, il discorso vale anche per noi. Vale per tutti. Quindi tutto ciò che si chiama “rimedio” nell'orto biologico, va inteso non come soluzione a un danno, ma come “rimedio all'esistenza di nemici cospiratori che tramano e agiscono contro di noi e contro la crescita forte e sana del nostro orticello biologico naturale”. Cioè dobbiamo usarli prima che arrivino gli afidi.
Io nomino gli afidi, ma potrei nominare anche le cocciniglie e le cimici. Non cito le lumache perché in fondo mi stanno simpatiche, non riesco a vederle come parassiti.
(se non vedi il video qua sotto guardalo su youtube)


Ora ti dirò una cosa assurda: prima di diventare vegetariana io mangiavo le lumache, mi piacevano molto, e proprio perché prima le mangiavo io ho la percezione chiara che le lumache sono esseri viventi come noi, mentre afidi e cocciniglie sono schifosi parassiti. Le mangiavo anche se le consideravo esseri viventi, è questa la cosa assurda. Ma io ho un buon rapporto con il mio passato di carnivora e anche con tutti gli animali, finché non entrano a casa mia. Dentro casa tollero solo i ragni e Fritz.

Fritz la nostra cavalletta domestica
Fritz la nostra cavalletta domestica.

Penserai che sto divagando ma è per ricordare che stiamo parlando della natura e che quindi abbiamo tutti il diritto di mangiare e sopravvivere, ma anche di difenderci, però evitando il più possibile di ammazzare qualcuno. Ecco perché io e Alli usiamo per le nostre piantine rimedi naturali a base di acqua e di uno o più di questi ingredienti:

  • sapone di Marsiglia

  • olio essenziale di albero del tè

  • olio essenziale di neem

  • alcool puro a 95° (niente grappa, jägermeister, mirto, valpolicella)

  • bicarbonato di sodio.

Il sapone di Marsiglia crea una patina sulle foglie che impedisce agli insetti di posarsi o di succhiare; l'alcool e gli oli essenziali disinfettano, quindi sono sgraditi ai parassiti; il bicarbonato modifica l'acidità delle foglie, quindi le foglie non rispecchiano più i gusti delle muffe e dei funghi.
Naturalmente se piove la patina, il sapore, l'odore di questi preparati va via, perciò dobbiamo spruzzare di nuovo.

Preparati a base di erbe e fiori per l'orto biologico.


Foglie, fiori e radici delle erbe spontanee e dei fiori che abbiamo nell'orto in qualità di soldatini della lotta biologica, invece, li usiamo per i macerati e per i decotti. Queste sono le due preparazioni che noi usiamo più spesso per i nostri rimedi naturali per l'orto; ma come ti ho scritto nella lettera di sabato, ce ne sono anche altre che dipendono dall'urgenza. In questi casi, l'acqua non viene usata solo per diluire il preparato ma anche per prepararlo.

La finta ortica
Il lamio, lamnio o finta ortica.

Un ingrediente quasi magico è l'ortica: fornisce azoto, allontana gli afidi, che sono specie di pidocchi, gli acari, che si presentano come ragnetti rossi e i funghi. Insomma l'ortica nutre e difende gli ortaggi. Devi solo stare attenta alla finta ortica, che è il lamio, e forse ce ne sono anche altre. Come sicuramente sai l'ortica è riconoscibilissima, ma solo se ti sfiora, perché è urticante!

Noi l'anno scorso la volevamo a tutti i costi (vedi qua sopra il nostro problema con gli afidi dei fagiolini), e così io e Alli siamo usciti per uno dei nostri giri in bici con lo scopo preciso di tenere gli occhi aperti sulle erbe a bordo strada. A un certo punto... l'abbiamo vista! Sembrava proprio lei, ma visto che avevamo già fatto dei macerati con ortica che non era ortica, ma che a noi era sembrata ortica... be', mi sono offerta volontaria per testarla.

Elle e Alli in missione per conto dell'orto.
Elle e Alli in missione per conto dell'orto.

Parentesi "Elle e l'ortica".

Ho allungato un dito verso una foglia e... era ortica! Ok, mi sono bruciata un dito, ma avevamo l'ortica! Purtroppo l'ortica si è offesa per non essere stata riconosciuta subito, lei si sente un po' la regina delle erbe spontanee e la nostra titubanza e la mia sfrontatezza non le sono garbati. E così appena ha potuto, cioè mentre tagliavamo rami a piene mani (guantate), la stronza mi ha dato una carezza sulla gamba. La carezza del fuoco brucia meno.

Nei giorni successivi pensavo in continuazione “almeno abbiamo il macerato, il dolore passerà”. Il macerato di ortica, però, si chiama così perché deve macerare a lungo. Poco male, noi siamo partiti per un fine settimana lungo. Ma durante la nostra assenza un temporale con bufera di vento ha rovesciato il nostro macerato (no, non nell'orto, davanti a casa) impestando tutto di puzza di cadavere o di fogna (non so, noi non c'eravamo), e sprecando il nostro prezioso macerato sul prato verde davanti a casa... Gli afidi nell'orto se la ridevano.
(se non vedi il video qua sotto guardalo su youtube)


Altro ingrediente magico è il tarassaco: fornisce potassio, rinforza le piante al momento della fioritura e infastidisce i parassiti, con in più il vantaggio di poter essere usato anche come pacciamatura, cioè per ricoprire il terreno attorno alla pianta.

Preparati a base di ortaggi per l'orto biologico.


Un altro rimedio naturale jolly è l'aglio: l'odore fastidioso non c'è bisogno che te lo descriva, e te lo diciamo noi che l'aglio lo mangiamo anche crudo, quindi ne sappiamo qualcosa. Sappiamo cioè che è una questione di gusti: a noi piace, a certi insetti no. Diluito in acqua fresco come macerato, o come decotto; preparato intero, o solo la buccia; puro o con il sapone di Marsiglia che lo fa aderire meglio in una patina difensiva sulle foglie. L'aglio è un vero amico nell'orto biologico. Naturalmente usa aglio biologico, comprato o coltivato da te.

Rimedi naturali per l'orto: la cipolla.
Rimedi naturali per l'orto: bucce d'aglio e di cipolla.

L'anno scorso abbiamo imparato che i pomodori tengono lontani le cavolaie, che si chiamano così perché attaccano i cavoli, e sono quelle insospettabili delicatissime farfalle bianche. Se vedi loro, il danno è fatto, perché è il bruco a nutrirsi dei tuoi cavoli. Può essere utile sparpagliare piantine di pomodoro in vaso fra un cavolo e l'altro, ma anche usare le foglie di pomodoro come decotto o estratto, da spruzzare sulle foglie di cavolo. Le foglie dei pomodori che spuntano nelle ascelle dei rametti, infatti, vanno sempre tolte (altrimenti rubano nutrimento ai rami che devono fruttificare); se coltivi anche i cavoli, anziché buttare le foglie di pomodoro nel compost, le puoi usare contro la cavolaia. Queste foglie però, e in generale tutte le foglie da usare nei preparati naturali, vanno prese prima della fioritura, quando sono più cariche di principi nutritivi. Dopo sarà il fiore ad avere il potere su di sé ahahah (rido ma è vero).

Aiuto, i bruchi rosicchiano i cavoli!
Servono rimedi naturali per l’orto contro i bruchi che rosicchiano i cavoli!

Bene, ti invito a iscriverti a Lettere dall'orto, se non l'hai fatto, per ricevere l'approfondimento sui preparati (lettera del 31 marzo) e quello sulla pacciamatura (lettera del 2 gennaio) e tutti gli altri; e per ricevere la chiave per l'orto segreto, pieno di pdf utili per programmare i lavori del mese.

Qui invece ti lascio un consiglio per un libro* che può tornarti utile. Ciao, ci vediamo nell'orto!

Difendere l’orto con i rimedi naturali
Difendere l’orto con i rimedi naturali.
Coltivare senza veleni* di Francesco Beldì

*(link affiliato)