Film dell'anno

Benvenuta/o nel cinema di Elle e Alli.
Questa è la lista dei film dell'anno che abbiamo visto al cinema, dal film più recente fino al primo del 2018; con i nostri voti e, a volte, due righe di presentazione o il link alla recensione dell'Alligatore. Ed è proprio l'Alligatore il vero appassionato di cinema; quello che, se non va al cinema ogni settimana, inizia a stare male, si agita, non riesce a concentrarsi su nulla, passa ore su internet a leggere la programmazioni di tutti i cinema per consolarsi.
Per lui il cinema è come l'aria... ma lasciamo che sia Alli stesso a dirci cosa ne pensa:
Se dico cinema, dico qualcosa di grande, anzi immenso, una delle più incredibili invenzioni dell'umanità. Penso a Chaplin, ma anche a Buster Keaton (perché preferire l'uno all'altro?... io voglio tutto), John Belushi e Francois Truffaut, Hitchcock e Jean Luc Goddard... e tanti film: Ultimo tango a Parigi e Novecento, La grande guerra, Apocalypse Now, Django Unchained, Frankestein Junior, Daunbailò, Blue Velvet, Schindler's List, Underground, Terra e libertà, La grande abbuffata...


Non c'è niente che mi smuova più del cinema: la mia droga si chiama Cinema, me lo devo iniettare ogni tanto, altrimenti vado in crisi. Penso ad una sala cinematografica che non c'è più, […] dove da ragazzo andavo e dove ho visto rassegne dedicate ai film di Almodóvar e dei Fratelli Coen, Aki Kaurismäki, il nuovo cinema italiano anni '80, da Mazzacurati a Rubini, qualche classico nel periodo di natale, tipo Ombre rosse.


Se penso al cinema, penso alla grandezza dei film di Sergio Leone (però li ho visti quasi tutti in tv, quindi non vale); penso ad ogni uscita di Woody Allen (anche le sue cose meno riuscite); Kubrick (però l'unico suo film che ho visto al cinema è stato Eyes Wide Shut... due volte... l'ho adorato); Pier Paolo Pasolini (era un cineasta unico); Nanni Moretti (anche se lo apprezzo meno di quanto lo apprezzavo agli inizi); Dennis Hopper (quanti film con quella sua gran faccia); Oliver Stone (perché dimenticarlo?).

[…]
Il cinema è rottura e rivoluzione? Sicuramente è sogno, evasione... Un sogno di uno, sognato insieme ad altri, poi diffuso alle masse. Sì, qualcosa di molto simile alla Rivoluzione. I film liberano la testa, mi ha insegnato quel grande cineasta che è stato Fassbinder.Ecco perché penso sempre al prossimo film che vedrò in settimana, o a quello che vorrei vedere.
[Alli, 2014]

I nostri voti.


Funzionano così: da una a cinque pere per Alli, da una a cinque mele per Elle. Un frutto significa film bruttissimo, cinque frutti significa film bellissimo. A fine anno la lista si sposterà in un post dedicato, che troverai sotto l'etichetta film 2018 assieme alle recensioni. In questa pagina metteremo allora i film dell'anno prossimo. Se un titolo è di colore diverso significa che puoi cliccarci sopra per leggere la recensione che abbiamo scritto - più spesso Alli, raramente Elle.
Per Elle infatti un film è una sensazione, o un groviglio di sensazioni; anche un film visto in tv o su youtube, e dopo la visione lei dice cose come:
Un film "bellissimo" per me è semplicemente bellissimo, e "bellissimo" è la mia forma di complimento massimo: è quello che dico quando una cosa è talmente bella, così tanto bellissima, che rimango senza parole! Considerando che con gli aggettivi non sono brava, "bellissimo" ha un significato vero per me, ed è anche l'unico caso in cui riesco ad esser breve. Anche se per poco...


[Elle, 2018]
Film dell'anno, interpreti intramontabili

Film del 2018.

= 🍎🍎🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐🍐

Ti presento Sofia di Guido Chiesa =  🍎🍎🍎 🍐🍐🍐 e mezzo

Euforia di Valeria Golino =  🍎🍎🍎 🍐🍐🍐

Soldado di Stefano Sollima = 🍎🍎🍎 🍐🍐🍐 e mezzo

A star is born di Bradley Cooper = 🍎🍎🍎🍐🍐🍐

L'amica geniale di Saverio Costanzo = 🍎🍎🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐🍐

Un affare di famiglia di Kore'eda Hirokazu = 🍎🍎🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐

Mamma mia, ci risiamo! di Ol Parker = 🍎🍎🍎 🍐🍐🍐

La ragazza nella nebbia di Donato Carrisi = 🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐

Il sacrificio del cervo sacro di Yorgos Lanthimos = 🍎🍎🍎 🍐🍐🍐 e mezzo

Favola di Sebastiano Mauri = 🍎🍎🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐🍐

Lazzaro felice di Alice Rohrwacher = 🍎🍎🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐🍐

Dogman di Matteo Garrone = 🍎🍎🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐🍐

Loro 2 di Paolo Sorrentino =  🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐 e mezzo

Loro 1 di Paolo Sorrentino =  🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐
Alli: Loro 1 e Loro 2 di Paolo Sorrentino, visti a distanza di una settimana esatta, confermano la mia idea che il regista si trovi a suo agio quando parla direttamente di politica. Berlusconi non appare subito, però se ne parla: Loro, cioè gli italiani, parlano, cercano, sognano l’incontro con Lui.

Resina di Renzo Carbonera (TFF 2018) =  🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐

Señorita Maria. La falda de la montaña di Ruben Mendoza (TFF 2018) =  🍎🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐

Taming Winter di Andrea Arena (TFF 2018) =  🍎🍎🍎 e mezzo 🍐🍐🍐🍐

Iceman di Felix Randau =  🍎 🍐🍐🍐

The end of snow di Morgan Heim (TFF 2018) =  🍎🍎🍎 🍐🍐🍐

Psycho vertical di Jen Randall (TFF 2018) =  🍎 🍐

The frozen Road di Ben Page (TFF 2018) =  🍎🍎🍎 🍐🍐🍐 e mezzo

Das versunkene Dorf di Georg Lembergh (TFF 2018) =  🍎🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐 e mezzo

Kamchtka Bears. Life begins di Irina Zhuravleva e Vladislav Grishin (TFF 2018) =  🍎🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐🍐

Living with wildlife di Leanne Allison (TFF 2018) =  🍎🍎🍎 🍐🍐🍐

Nowhere/Now here di Alvi Pakarinen (TFF 2018) = 🍎🍎🍎 🍐🍐🍐 e mezzo

Mountain di Jennifer Peedom (TFF 2018) =  🍎🍎🍎 🍐🍐🍐

Uruca II di Erick Grigorovksi (TFF 2018) = 🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐🍐

Aisthan di Kevin Kok (TFF 2018) = 🍎🍎 🍐🍐 e mezzo

Finale ’68. Di pietre, pionieri, di macchia e altipiani (Italia 2018) di Gabriele Canu (TFF 2018) = 🍎🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐

Tonya di Craig Gillespie = 🍎🍎🍎🍎 🍐🍐🍐 e mezzo

Poesia senza fine di Alejandro Jodorowski = 🍎🍎🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐🍐
Alli: Poesia senza fine nel senso di una poesia infinita, oppure una poesia che non ha un fine, ma basta da sola? Forse entrambe, essendo un gran film che straborda i limiti normali, come ogni opera del geniale Jodorowsky, ma anche perché la poesia basta da sola, a reggere la vita. Questa la forza dirompente di Poesia sin fin, pellicola del 2016 di Alejadro Jodorowsky, solo ora giunta a noi, che consiglio di inseguire e vedere subito. Ha quasi 90 anni, ma dimostra di avere ancora molte cose da dire il buon vecchio Jodo.

Ready Player One di Steven Spielberg = 🍎🍎🍎 🍐🍐🍐
La forma dell'acqua di G. Del Toro = 🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐

Lady Bird di G. Gerwig = 🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐

Il filo nascosto di Paul Thomas Anderson = 🍎🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐

Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino = 🍎🍎🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐🍐
Elle: Chiamami col tuo nome è per me il film dell'anno 2018 (questa frase prendila come una recensione), quindi non vedevo l'ora di leggere il romanzo. Sapevo che Alli l'avrebbe cercato per mari e monti!
Alli: Avrei voluto più Oscar a Luca Guadagnino, per il suo splendido film Chiamami col tuo nome.

The Post di Steven Spielberg = 🍎🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐

L'ora più buia di Joe Wright = 🍎🍎 🍐🍐

Made in Italy di Luciano Ligabue = 🍎 🍐🍐🍐
Alli: Film forse volutamente banale … forse no, forse sì. Pieno di foto da spot, pieno di canzoni sue... di luoghi comuni, di banalità sull’uomo in crisi, con un lavoro che non ama, ma appena lo perde va in depressione. Mi piacciono molto Stefano Accorsi e Kasia Smutniak, molto belli e molto bravi, come tutto il cast, scelto bene… Mi pare però, che oltre alla recitazione ci sia un certo discorso sull’Italia, che Ligabue ha da sempre fatto, soprattutto al cinema, e nei primi dischi.

Ella & John – The Leisure Seeker di Paolo Virzì = 🍎🍎🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐

Tre manifesti a Ebbing, Missouri di Martin McDonagh = 🍎🍎🍎🍎🍎 🍐🍐🍐🍐

Tutti i soldi del mondo di Ridley Scott = 🍎🍎🍎 🍐🍐🍐 e mezzo